I migliori Lambruschi 2019 eletti a Reggio Emilia Giovedì 24 ottobre assegnati i “Lambrusco Awards”

I migliori Lambruschi del 2019 saranno eletti il 24 ottobre, nella finalissima del concorso “Matilde di Canossa – Terre di Lambrusco” durante i Lambrusco Awards, serata di gala al Teatro Valli – Sono 94 le etichette Dop e Igp, che hanno ottenuto il diploma di merito e sono ora in lizza per le medaglie d’oro – Presenti alla serata un gruppo di 8 giornalisti, da ogni parte del mondo, dalla Corea all’Argentina, specializzati in food e lifestyle, selezionati da Apt Servizi Emilia- Romagna, che nei giorni successivi li accompagnerà alla scoperta del territorio del Lambrusco – Ospiti degli Awards anche 26 operatori commerciali esteri alla ricerca di nuovi fornitori che saranno a Reggio Emilia dal 22 ottobre per una tre giorni serrata di incontri B2B con 40 aziende produttrici di lambrusco – I Lambrusco Awards sono promossi dalla Camera di commercio di Reggio Emilia e Apt Servizi Emilia-Romagna, in collaborazione con i Consorzi di tutela del Lambrusco di Modena e di Reggio Emilia e con il patrocinio della Camera di Commercio di Modena e Regione Emilia-Romagna

 

Manca pochissimo per scoprire quali nettari saranno incoronati i migliori Lambruschi 2019. La finale del concorso “Matilde di Canossa – Terre di Lambrusco” è in programma la sera di giovedì 24 ottobre, in un gala’ internazionale a invito, i “Lambrusco Awards”, al Teatro Romolo Valli di Reggio Emilia, presentato da Chiara Giallonardo, conduttrice di Linea Verde su Rai1.

Per l’occasione sono in arrivo a Reggio giornalisti specializzati in Food & Wine provenienti dalla Corea all’Argentina, mentre in questi giorni una trentina di compratori stranieri da diverse aree del mondo (Europa, Russia, Stati Uniti) ha incontrato le 40 aziende vinicole impegnate nella rassegna. Il concorso enologico, che da 10 anni trasforma Reggio Emilia nella capitale mondiale dei Lambruschi, è promosso dalla Camera di commercio di Reggio Emilia e Apt Servizi Emilia-Romagna, in collaborazione con i Consorzi di tutela del Lambrusco di Modena e di Reggio Emilia e con il patrocinio della Camera di Commercio di Modena e Regione Emilia-Romagna. Con oltre 13 milioni di litri, il Lambrusco rimane saldo sul gradino più alto del podio dei vini più venduti in Italia, in termini di volume, davanti a Chianti e Montepulciano d’Abruzzo (fonte: Istituto di ricerca Iri – Vinitaly 2019).

In questo momento in lizza ai Lambrusco Awards sono rimaste 94 etichette, che si potrebbero definire veri e propri campioni, dopo la rigorosa selezione dello scorso maggio. Come impone il regolamento, si tratta di vini prodotti da uve delle vendemmie 2018 e 2017, contraddistinti dalle quattro IGP (Emilia, Provincia di Mantova, Quistello e Sabbioneta) e dalle otto DOP (Sorbara, Salamino di Santa Croce, Grasparossa di Castelvetro, Mantovano, Colli di Parma, Colli di Scandiano e di Canossa, Modena, Reggiano) di cui si può fregiare l’oro nero emiliano. Le cantine finaliste sono reggiane, modenesi, parmensi e mantovane, operanti nelle zone ufficiali di produzione. Le commissioni d’assaggio, formate per pubblico sorteggio, sono costituite da 5 enologi (di cui almeno 3 operanti in Emilia), da un sommelier e da un esperto del mondo vitivinicolo. Il metodo di valutazione utilizzato è l’ Union Internationale des Oenologues (che valuta il vino secondo 4 categorie: vista, olfatto, gusto e gusto/olfatto).

 

 

La stampa straniera alla scoperta del Lambrusco e dei suoi territori

Provengono da ogni parte del mondo i reporter ospiti dei Lambrusco Awards che nei giorni successivi al Gala saranno protagonisti di un educational tour, a cura di Apt Servizi Emilia- Romagna, alla scoperta della terra del Lambrusco e delle sue eccellenze enogastronomiche, ma non solo, dai monumenti UNESCO delle città d’arte alla Motor Valley. Ecco la giornalista americana Rebecca Winke che scrive per Italy Magazine, testata di viaggi online in lingua inglese dedicata alle bellezze dell’Italia che registra 290.000 visitatori unici al mese. Dall’Irlanda arriva a Reggio Emilia Margaret Ward del giornale nazionale Irish Time, che in Irlanda vende 81.000 copie e ha una diffusione di 427.000 copie. A raccontare l’evento al pubblico britannico sarà la reporter Francesca Brooking di “About Time”, magazine londinese che si occupa di lifestyle, cibo e viaggi di qualità, il cui account social è seguito da un pubblico di 100.000 persone, mentre la newsletter della testata raggiunge direttamente ogni quindici giorni 10.000 lettori inglesi. Britannica è anche la blogger Roma Small, una delle due “penne” di Roaming Required, blog di enogastronomia e viaggi, che riceve piu di 24,000 visitatori unici al mese in UK, Germania e Stati Uniti.

Giornalista di settore, specializzato nel wine è il tedesco Benedikt Ernst, redattore di Essen&Trinken, rivista con una tiratura di 113.627 copie e che arriva a Reggio Emilia per realizzare un servizio sul Lambrusco e sull’Emilia Romagna. Chi farà il viaggio più lontano sono i due coreani: YoungJi Lee che scrive su Luxury Magazine, sul quotidiano Joog.ang Daily Newspaper e collabora per Vogue ed Elle. Il suo blog personale è seguito da 32.000 followers. Con lui c’è anche Jinwon Yang: ha un blog personale da 15.000 followers e una serie di collaborazioni per varie testate specializzate nel vino. Dall’Argentina infine proviene il giornalista televisivo Angel La Fata, inviato per le due emittenti Canal 4 de Cable Express Rosario Santa Fe e la Television Regional Canal 19 Rosario Santa Fe.