26 operatori commerciali provenienti da 15 Paesi protagonisti di 1.000 incontri con 40 aziende vinicole dal 22 al 24 ottobre

Sono senza precedenti i numeri con i quali la Camera di Commercio di Reggio Emilia si presenta alle battute finali della decima edizione del Concorso enologico “Matilde di Canossa-Terre di Lambrusco” e, in particolare, alla “tre giorni” di incontri e visite aziendali in programma dal 22 al 24 ottobre e all’evento finale, con l’assegnazione dei “Lambrusco Awards”, che il 24 concluderà un’edizione che ha già registrato il record di aziende partecipanti.

“A partire da martedì 22 ottobre – sottolinea il presidente della Camera di Commercio, Stefano Landi – avremo ospiti nel nostro territorio ben 27 operatori commerciali provenienti da 15 Paesi europei ed extraeuropei che daranno vita a più di 1.000 incontri b2b e a circa 4.500 degustazioni con 40 aziende produttrici di Lambrusco nelle province di Reggio Emilia (in massima parte), Modena, Parma e Mantova”.

“Mai – sottolinea Landi – si era registrata una così rilevante mobilitazione di operatori stranieri, associata a quella straordinaria partecipazione delle aziende che va a confermare in modo esplicito quanto il Concorso enologico “Matilde di Canossa-Terre di Lambrusco” sia considerato uno strumento di reale valorizzazione e promozione commerciale delle nostre eccellenze vinicole”.

“Si tratterà – sottolinea il presidente della Camera di Commercio di Modena, Giuseppe Molinari – del più alto numero di buyer stranieri registrato in contemporanea nelle aree di produzione del nostro vino tipico; insieme alla Camera di Commercio di Reggio Emilia, infatti, abbiamo condiviso l’idea di realizzare una “tre giorni” che consentisse alle aziende in concorso di presentarsi sulla scena internazionale più ampia possibile, coinvolgendo mercati sui quali il Lambrusco può rafforzare le posizioni già acquisite, ma anche aree che ancora conoscono poco le nostre eccellenze vinicole e, per condizioni economiche e culture, si prestano ad un rafforzamento delle strategie di vendita che determinino più significative penetrazioni”.

Per tre giorni, dunque, Reggio Emilia si presenterà come autentica “capitale” del Lambrusco, grazie  al più importante incoming di settore co-promosso dalla Camera di Commercio Reggio Emilia e dalla consorella modenese in collaborazione con i Consorzi di Tutela del Lambrusco di Modena e di Reggio Emilia e l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna allo scopo di promuovere e valorizzare il Lambrusco di qualità e le produzioni dei vini del territorio qualificati principalmente con il marchio D.O.P. e I.G.P., favorendo l’affermazione commerciale delle eccellenze dei vini italiani nei mercati export.

L’iniziativa, organizzata dalla sede modenese di Promos Italia, si svilupperà tanto nelle aziende quanto nella sede camerale di Mancasale, dove ciascuna impresa potrà incontrare i buyer secondo un’agenda di appuntamenti preorganizzata e far degustare i vini (fino a 4) proposti con il format “speedtasting ®” della Società Michèle Shah Srl, che prevede una pianificazione dettagliata di turni di incontri tra buyer e produttori.

Nei pomeriggi delle tre giornate, poi, i buyer effettueranno visite aziendali sulla base degli interessi emersi durante gli incontri.

Agli appuntamenti, tra l’altro, le 40 aziende aderenti all’iniziativa si prepareranno con uno specifico incontro di lavoro in programma il 21 ottobre nella sede della Camera di Commercio.

“Nei nostri locali di Piazza della Vittoria – sottolinea il presidente Stefano Landi – si svolgerà un workshop propedeutico che ha lo scopo di fornire alle imprese una serie di indicazioni e competenze specifiche circa alcuni temi legati alla gestione dell’export, tra i quali l’importanza della comunicazione con i potenziali buyer/clienti, il come affrontare i mercati internazionali, le diversità di cultura dei mercati esteri che comportano differenti approcci commerciali, puntando così ad assicurare la massima efficacia ai confronti commerciali successivi”.

Ampio, come si è detto, il bacino da cui provengono i 27 operatori stranieri: Gran Bretagna, Ungheria, Germania, Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca, Lettonia, Lituania, Bulgaria, Serbia, Polonia, Russia, Stati Uniti e Canada.

Gli stessi buyer stranieri saranno poi tra gli ospiti della serata dei “Lambrusco awards” – realizzata anche grazie al supporto di APT Servizi e Regione Emilia-Romagna – in programma il 24 ottobre al Teatro Valli, dove saranno conferite le medaglie d’oro ai Lambruschi Top selezionati dalla 10^ edizione del Concorso Enologico “Matilde di Canossa – Terre di lambrusco”.

La prima selezione dei campioni in concorso si è svolta il 23 e 24 maggio scorso, ma la proclamazione dei vincitori assoluti di categoria – come è accaduto per la prima volta nell’edizione 2018 – avverrà proprio sul palco del Valli alla presenza, tra gli altri, di diversi rappresentanti della stampa italiana e straniera del food e wine.